top of page

ALLERGIE - Cosa accade?

Se il nostro corpo entra in contatto con sostanze estranee o che potrebbero rappresentare un potenziale pericolo, si attiva un processo di difesa. Tra queste sostanze vi sono gli allergeni. Gli allergeni sono essenzialmente minuscole proteine che, in senso lato, non costituiscono una minaccia per l’organismo.

Tuttavia, le persone che soffrono di allergie sviluppano speciali anticorpi che comportano il rilascio di diversi ormoni tissutali nella pelle e nelle mucose. In termini di sintomi allergici, il più importante di questi ormoni è l’istamina: è responsabile di molte delle reazioni allergiche del corpo, quali ad esempio il prurito, il respiro corto o una maggiore dilatazione dei vasi sanguigni.

Il sistema immunitario viene attivato la prima volta che il corpo viene a contatto con l’allergene e tale processo ha luogo ogni volta che si verifica un nuovo contatto. Ciò significa che, se il corpo reagisce allergicamente ad una sostanza, non la dimenticherà mai più. In altre parole, un contatto ripetuto con la sostanza determina molto rapidamente una reazione allergica, solitamente in pochi minuti ma, a volte, anche a distanza di un’ora.

La reazione degli occhi è particolarmente acuta; la congiuntiva e la membrana mucosa reagiscono immediatamente alla sostanza estranea, i vasi sanguigni si dilatano e viene rilasciato del fluido, sotto forma di lacrime, naso gocciolante, gonfiore o arrossamento. Attraverso le lacrime espelliamo l’allergene dagli occhi, alleviando così lentamente i sintomi.

12 visualizzazioni

Comments


bottom of page